Uova al tegamino

Chi è nato prima, l’uovo o la gallina?

In attesa che qualche illustre ricercatore possa dimostrare tramite degli studi euristici con algoritmi dai nomi strambi che qualche studente universitario imparerà ad odiare quale sia la risposta a me è venuta fame, aprendo il frigo oltre all’inesorabile mezzo limone secco poggiato trionfante sul suo piattino di coccio a dominare incontrastato su tutto il reame del frigorifero appare molto più discreto ‘altrettanto onnipresente uovo, posizionato solitamente nel lato sportello.

Ora lo prendiamo ed insieme a lui prendiamo anche una bella (mi raccomando…bella, non quelle da una botta e via, ma una che potrebbe vincere la fascia di miss qualcosa) padella antiaderente, un filo di olio (di oliva, ovviamente) ed un pizzico di sale.stop. Si, certo, serve anche la fiamma di un fornello, e forse anche un piatto con delle posate…ma insomma, il grosso sta nei primi ingredienti…poi certo, una bella fetta di pane casareccio per fare la scarpetta, ma diciamo che lo metterei anche questo tra gli ingredienti opzionali…
Vabbè, ma insomma come si fa?
Accendi il fuoco, ci butti sopra la padella ben unta in tutti i suoi orifizi, aspetti che inizia appena a sfrigolare, dai un colpetto sul bordo della cucina con l’uovo, e lo apri dentro la padella.
aspetti…
A questo punto interviene il fattore C. (capire-quando-bisogna-spegnere-il-gas-per-avere-un-albume-solido-ed-un-tuorlo-liquido, ma questa è tutta questione di esperienza)
uova-al-tegamino
Per il resto…buon Appetito
The following two tabs change content below.

Livio Poli

Ultimi post di Livio Poli (vedi tutti)